22 Giugno 2022

Scuola d’Estate 2022 – programma

Residenze, laboratori, incontri: 
riprende l’alta formazione della Scuola d’Estate voluta da Luca Ronconi 
 
Santacristina, 27 giugno – 16 luglio 2022

Anche quest’estate lo “spazio di libertà” ideato e abitato da Luca Ronconi e dai suoi allievi sulle colline dell’Umbria si animerà grazie a un’agenda di progetti in continuità con l’eredità artistica del maestro e in dialogo con le nuove prospettive del teatro. Nell’arco di tre settimane, il Centro Teatrale Santacristina ospiterà due residenze teatrali, un laboratorio di alta formazione e alcuni momenti di riflessione metteranno a confronto professionisti affermati e nuove generazioni. L’attività si fonda sulla continuità dell’impegno nella ricerca teatrale e su una rete di collaborazioni e partnership nazionali e internazionali.

La prima residenza vedrà i registi Andrea De Rosa e Carmelo Rifici firmare insieme Processo Galileo, una coproduzione di LAC-Lugano Arte e Cultura, TPE-Teatro Piemonte Europa e ERT- Fondazione Emilia-Romagna Teatro. Attraverso la carismatica figura di Galileo, il progetto indaga le rivoluzioni scientifiche per mettere in discussione, anche in una prospettiva storica, il modo in cui oggi la scienza interagisce con le nostre scelte, personali e sociali.

Dopo aver partecipato alla Scuola d’Estate 2021, Fabio Condemi torna a Santacristina per affrontare la sua terza regia pasoliniana, Calderón. Lo spettacolo, coprodotto da ERT-Emilia- Romagna Teatro e LAC-Lugano Arte e Cultura, debutterà nel mese di novembre a 45 anni dallo storico allestimento del Calderón firmato da Luca Ronconi nell’ambito del Laboratorio di Prato.

Il drammaturgo e regista argentino Alejandro Tantanian condurrà il laboratorio di alta formazione “Verso la costruzione di una società segreta: da I demoni a I sette pazzi”. Con i sei drammaturghi selezionati (Francesca Caprioli, Valentina Diana, Alessio Forgione, Christian Gallucci, Valeria Patota, Giuliano Scarpinato) approfondirà il rapporto tra scrittura letteraria e drammaturgia, in continuità con le esperienze di Luca Ronconi da un lato sulle relazioni tra romanzo e teatro, dall’altro sul confronto con il teatro sudamericano, culminato con le messinscene dei testi di Rafael Spregelburd. Al centro del lavoro sono nuovi progetti drammaturgici a partire da I sette pazzi di Roberto Arlt, testo di riferimento della letteratura argentina, che Alejandro Tantanian intende far dialogare con I demoni di Fëdor Dostoevskij. A partire dalla seconda settimana, i materiali creati saranno messi alla prova con un gruppo di attori e attrici che hanno già partecipato alle attività formative di Santacristina in passato – Fausto Cabra, Davide Gagliardini, Christian Giammarini, Lucia Marinsalta, David Meden, Marina Occhionero, Valentina Picello, Sara Putignano.

Il 3 luglio, la giornata di studio Il repertorio teatrale come campo di ricerca, a cura di Giovanni Agosti e Carmelo Rifici, sarà l’occasione per discutere con artisti e studiosi dello stato dell’arte del repertorio teatrale e della drammaturgia. Il tema cardine dell’incontro sono le modalità attraverso cui vengono pensate e strutturate le scelte e sul modo in cui si guarda oggi al repertorio, campo di ricerca in costante dialogo tra la tradizione e la contemporaneità. A corredo della giornata di studio e delle attività di ricerca e formazione, sono previsti incontri di approfondimento, lezioni e seminari con rinomati docenti, studiosi, scrittori e artisti che intrattengono un legame speciale con Santacristina e sono legati alla memoria e al teatro di Luca Ronconi, come Ippolita Di Majo, Goffredo Fofi, Valter Malosti, Massimo Popolizio, Emanuele Trevi e anche Riccardo Favaro, Leonardo Manzan e Giovanni Ortoleva.

A Santacristina sarà inoltre presente Giorgio Sangati, regista, collaboratore di Luca Ronconi per lungo tempo, e il ricercatore Tommaso Tovaglieri, che realizzerà L’eredità di Luca Ronconi, nell’ambito di un ampio progetto di documentari riguardante la salvaguardia dei borghi italiani— I Sentieri d’Italia — commissionato da Treccani.

Alla fine del percorso, il 15 luglio, Oliviero Ponte di Pino condurrà una conversazione con i sei autori sul loro approccio alla scrittura teatrale e sulle loro modalità di lavoro.

 

Centro Teatrale Santacristina

A cura di Roberta Carlotto, Claudia Di Giacomo, Maria Zinno, Gaia Clotilde Chernetich, Elisa Faletti.

Le attività del Centro Teatrale Santacristina sono realizzate anche grazie alla collaborazione di partner come il Piccolo Teatro di Milano, LAC Lugano Arte e Cultura, ERT Fondazione Emilia- Romagna Teatro, TPE Teatro Piemonte Europa e Fabulamundi Playwriting Europe.

Nell’ambito del sostegno del Ministero della Cultura – Progetto Speciale 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.